Cappotto o piumino? Questo è il dilemma | CityLife Shopping District

Fashion

Cappotto o piumino? Questo è il dilemma

7 dicembre 2018

È l’eterno quesito che ti attanaglia quando comincia a far freddo, non temere perché la soluzione è più semplice di quanto tu possa pensare. Puoi prenderli entrambi o trovare il giusto modello dell’uno o dell’altro che possa adattarsi a tutte le situazioni.

Il cappotto è il soprabito elegante per eccellenza, ma si può declinare davvero in tutti i momenti della giornata. Può essere più formale per l’ufficio, indossato sopra al classico tailleur, e in questo caso sarebbe opportuno sceglierlo grigio antracite o il classicissimo cammello – un must da avere sempre nel guardaroba. A seconda della pesantezza il cappotto può essere indossato dall’autunno alla primavera, magari sopra a maglioni di lana intrecciata durante le giornate più fredde. Infatti è l’alleato giusto anche per il tempo libero, con jeans e sneakers o sopra gonne a ruota e stivaletti rock. In questo caso punta su tessuti a spina di pesce, sale e pepe o degli eleganti gessati, validi anche per la sera, dove da padrone però la fa il cappotto nero con revers importanti.

Come abbinarlo?

Gli abbinamenti sono fondamentali: parliamo soprattutto di accessori e di dettagli che possono rendere originale anche il modello più basic. I bottoni sono la prima cosa da osservare: ton sur ton per quelli da giorno e gioiello o nei colori metallici per la sera. Cappottino da marinaretta corto con mostrine in vista per completare un outfit più casual. Sono però le sciarpe a far la differenza, quindi esagera con quelle in lana a più giri, meglio se lunghissime, da attorcigliare attorno al collo, tinta unita o a maxi righe. Sopra al cappotto cammello stanno bene le pashmine in cashmere o degli scialli in seta, magari con fantasie vivaci in modo da rompere la monotonia cromatica.

Piumini per tutti i gusti.
Il piumino invece è la cosa più pratica e funzionale che si possa avere nell’armadio. Senza dubbio quella più calda da indossare in inverno, soprattutto se si vive in città fredde e umide. Smettiamola però di pensare che sia per forza un capo sportivo che non si concilia con i look più glam. Tra i modelli corti, oltre a quelli bombati, perfetti per il tempo libero – magari in colori fluo o con dettagli tecnici – puoi trovare anche quelli più ricercati, dritti e con revers importanti, quasi a sostituire il più tradizionale cappotto. Stessa cosa per i piumini lunghi che a seconda della consistenza possono essere svolazzanti oppure super fit per avvolgerti in una soffice nuvola di piume. Per questa loro varietà possono essere indossati sia al lavoro che nel tempo libero e perché no anche per la sera, magari in blu notte nel classico total black. Di giorno invece osa con i colori, soprattutto per i

bomberini corti o per i famosi cento grammi – perfetti per le mezze stagioni – quindi vai con il lampone, il giallo canarino o il verde acqua.
Il mix vincente
Ci sono poi le vie di mezzo, che nella moda piacciono tanto. Parliamo di piumini che si travestono da cappotti e viceversa. Se sei un’eterna indecisa infatti, ringrazia l’estro dei designer che realizzano capispalla in piuma d’oca ma rivestiti di tessuti pregiati, in lana o addirittura in velluto. Piumini che diventano subito eleganti con fantasie gessate o pattern classici come il tradizionale principe di Galles o il pied de poule. Anche il classico cappotto in lana pregiata però può diventare caldissimo se imbottito di piume delicate. Sono infatti sempre di più i modelli rielaborati con soluzioni sporty che proteggono anche dal freddo o dalla pioggia, come quelli in tessuti cerati o plastificati, ideali per sconfiggere le intemperie con stile.

Se proprio non sai decidere, una shopping session tra i fashion store di CityLife Shopping District ti aiuteranno a schiarire le idee (o a mettere nel tuo armadio sia il cappotto che il piumino!)

 

Urban Magazine

CONDIVIDI

© Generali Real Estate 2015 – P.IVA 04128500966
Privacy – Cookie