American Breakfast: una carica di energia e gusto!

L’American Breakfast è un’icona del mondo a stelle e strisce, riconosciuta ed apprezzata in tutto il mondo grazie al perfetto connubio tra dolce e salato che riesce ad accontentare anche i palati più esigenti.

Ma quali sono i piatti che contraddistinguono la colazione made in USA?

Iniziamo con i dolci… i pancake cosparsi di sciroppo d’acero, i waffle con la marmellata ed i coloratissimi donuts hanno sicuramente una marcia in più. Non sono da meno anche i deliziosi muffin, i cookies ed i cereali dei quali abbiamo visto spesso i fantasiosi packaging presenti nei nostri telefilm preferiti.

Siamo certi che vi sia già venuta l’acquolina, ma non è ancora finita!

Anche il salato segue una tradizione culinaria inconfondibile, tutta da gustare: breakfast sandwich, bagel e uova, le vere protagoniste dell’American Breakfast.

Si tratta di un alimento semplice ed altamente proteico, proposto in diverse versioni appetitose.

Quelle più apprezzate in assoluto sono quelle alla Benedict, uova in camicia accompagnate da prosciutto, bacon o salmone a seconda delle preferenze. Il tutto viene contornato da un toast croccante e da una saporita salsa olandese: una vera e propria delizia per il palato.

Noi di CityLife Shopping District vogliamo farvi assaggiare la vera American Breakfast, per questo vi aspettiamo da California Bakery: iniziamo la giornata con la giusta carica di energia!


Il Re Leone: 25 anni dopo Simba torna a ruggire

Un ritorno più che gradito, un ritorno che tutti, grandi e piccini, aspettavano con ansia. Il leone più amato del cinema è finalmente pronto a lottare e a ruggire per riconquistare il suo trono.

Prima di analizzare l’ultima grande creazione di Jon Favreau… che ne dite se facciamo un passo indietro, riportando alla luce il cartone animato realizzato più di venti anni fa?

Uscito il 15 giugno 1994 negli Stati Uniti (in Italia arrivò a novembre), il Re Leone è stato il primo lungometraggio tratto da una storia originale, una storia ispirata all'Amleto di William Shakespeare e ideata da Jeffrey Katzenberg, Roy E. Disney e Peter Schneider, ai quali si aggiungono gli sceneggiatori Irene Mecchi e Jonathan Roberts.

La storia del cucciolo diventato RE, è ormai nota, ma forse non tutti sanno che la stesura del film ha preso forma in seguito ad una visita della squadra di direzione del film al parco nazionale di Hell's Gate in Kenya. Inoltre, molti elementi della storia risalgono ad un famoso anime giapponese degli anni Sessanta: “Kimba, il leone bianco”.

Dietro questo grande classico non c’è soltanto un lavoro di natura cinematografica, ma anche, e soprattutto, di ricerca, apertura e rispetto verso una cultura differente: quella del regno animale.

25 anni dopo siamo in attesa di una storia già assaporata, ma non per questo banale e noiosa. Il nuovo Re Leone è un mix di tecnologia e fotorealismo: una produzione che ci porterà direttamente in mezzo alla Savana!

Ti aspettiamo da CityLife Anteo: dove il cucciolo diventa Re!
Perchè il Re Leone non è solo un film… è un’esperienza immersiva e a stretto contatto con le selvagge terre africane, da vivere all’interno di CityLife Shopping District.


Coffee Break: un piacere quotidiano proveniente dal lontano Oriente

Pausa caffè? Sì ci vorrebbe proprio!

Quante volte abbiamo sentito questa frase? Molte volte, nel quotidiano è quasi una ripetizione! In università, in ufficio, nel tempo libero… la pausa caffè è un rito che partecipa attivamente alla nostra quotidianità.

Prima di concentrarci sul momento, sulla pausa in sé dovremmo parlare del protagonista indiscusso: il caffè. Qual’è l’origine di questa parola così ricorrente?

Si tratta di una domanda forse banale, ma, al tempo stesso, interessante e accattivante. L’origine del termine,in realtà, è poco chiara: potrebbe derivare dall’arabo “qahwa“, termine che fa riferimento a un vino o un liquore. Questa parola è stata poi trasformata nella lingua turca, e, infine, in italiano “caffè”.

Ricerche fanno anche pensare che la parola caffè derivi dalla regione Caffa in Etiopia, dove la pianta del caffè è molto diffusa.

E l’origine del coffee break?

Il piacere del caffè è una ricorrenza che nasce nel lontano XV secolo, in Oriente. Nei luoghi d’incontro dell’epoca, un "Capo caffettiere" si preoccupava di distribuire la bevanda a tutti i presenti.

Quasi 100 anni dopo, il caffè arrivò ufficialmente in Italia, a Venezia per la precisione. Terra di scambi commerciali, la città veneta divenne poi capitale delle prime botteghe del caffè. Nel breve periodo, queste botteghe divennero i luoghi in cui si passava il proprio tempo in maniera piacevole, dimenticando i problemi della quotidianità. Un vero e proprio spazio d’incontro e di scambio tra persone, al sapore di caffè.

La loro diffusione era solo all’inizio. Buona parte dell’Europa iniziò ad abbracciarli pochi anni dopo.

La terra principe, in questo senso, è il Regno Unito con le sue coffee house, chiamate anche penny universities. Il motivo di questo soprannome era semplice: una tazza di caffè costava esattamente un penny.

Hai bisogno di una pausa caffè rilassante? Passa da CityLife Shopping District!

Avrai a disposizione un’offerta varia e speciale. Passa a trovarci e regalati un momento di dolcezza e relax in compagnia di una buona tazza di caffè, il compagno ideale di ogni coffee break.


Blue Jeans: un fascino senza tempo

I Jeans fanno parte dei nostri outfit quotidiani e non passeranno mai di moda, ma chi è stato il loro creatore?

Tutto è partito nel lontano 1853, l’anno della scoperta dell’oro in California. Levi Strauss fondò a San Francisco la Levi Strauss & Co per vendere capi d’abbigliamento utili ai cercatori d’oro.

Il capo, inizialmente troppo pesante, venne alleggerito dal tessuto denim. Qui entrò in gioco Jacob Davis che si mise in società con lo stesso Strauss. Il sarto riuscì ad arricchire il jeans con rivetti in rame per rinforzare i punti più delicati.

Solo nel 1890 il tessuto divenne sinonimo di pantalone. Da qui inizierà un nuovo capitolo della storia del jeans: da indumento per il lavoro ad un vero e proprio stile di vita.

Dopo la Seconda Guerra Mondiale, una serie di cambiamenti sociali diedero il via ad una nuova concezione dello stile portando i blue jeans nei guardaroba dei più giovani, fino a raggiungere l’apice della popolarità negli anni ‘50 e ‘60 con le generazioni della ribellione.

I primi Levi’s arrivarono in Europa nel 1959 e, nel giro di pochi decenni, conquistarono tutti, raggiungendo il loro massimo successo nel mondo del cinema e della musica: da allora divennero un must have senza tempo.

Anche oggi Levi’s è una vera e propria icona intramontabile, adatta a tutte le età e tutti gli stili.

Potrete trovare i grandi classici e delle novità davvero originali presso lo store ufficiale di City Life Shopping District.

Wired per CLSD


Red, il connubio perfetto tra cucina e lettura!

Spesso è complicato coltivare le proprie passioni e dedicare del tempo a noi stessi a causa della routine lavorativa e dei troppi impegni. Ad esempio, quando è stata l’ultima volta che avete letto un buon libro o che avete trascorso la vostra pausa pranzo in completo relax?

Scommettiamo che non ve lo ricordate...

È importante riappropriarsi della risorsa più preziosa che ci appartiene, ma che spesso sottovalutiamo: il tempo. A volte bastano dei piccoli gesti d’amore verso noi stessi per combattere lo stress e dare una svolta positiva alla giornata.

E allora perché non dedicarsi un pranzo in tutta tranquillità, sfogliando il vostro romanzo preferito?

All’interno di CityLife Shopping District vi aspetta Red, il moderno bistrot che crea la perfetta sintonia tra cucina e lettura.

Red è uno store esperienziale ideato dal Gruppo Feltrinelli e sviluppato in collaborazione con CIR food. All’interno del locale, avrete la possibilità di immergervi nella lettura, scoprendo le novità editoriali del momento. Il tutto viene accompagnato da proposte gastronomiche ideate con lo scopo di creare un’atmosfera rilassante e ideale per conversare.

La lettura concilia tranquillità e creatività: un buon libro è molto più di un semplice oggetto, è un compagno di viaggio che saprà darti saggi consigli.

Cosa potrebbe esserci di meglio che abbinare la dimensione culinaria a quella della lettura? Non vi resta che scoprirlo. Vi aspettiamo da Red, un luogo unico che vi farà vivere esperienze sensoriali indimenticabili grazie a percorsi culinari proposti, che vengono costantemente rivoluzionati.

Wired per CLSD


Che tipo di caffè sei?

Tutti concordano sul fatto che il caffè sia una delle bevande più consumate al mondo, ma il suo aroma suscita opinioni differenti. Ad ogni persona un tipo di caffè... c’è chi lo preferisce dolce, chi più amaro, chi leggermente fruttato o speziato, poi ci sono i più golosi che aggiungono cioccolato, caramello o panna.

Iniziare la giornata con il piede o, in questo caso, con il caffè giusto è fondamentale. Per questo motivo è importante trovare la miscela perfetta per deliziare il palato.

Noi di CityLife Shopping District abbiamo cercato di abbinare ad ogni personalità una tipologia di caffè: e tu che tipo sei?

Il Dolce
Se anche tu appartieni al gruppo di coloro che detestano rimanere con l’amaro in bocca, un caffè leggero, poco tostato e con alcune note dolciastre è ciò che fa per te.

L’intenso
Per i più energici e vivaci ci vuole una miscela più intensa, persistente e con delle note tostate, dal gusto deciso.

Lo speziato
Se vuoi avere la carica giusta ad ogni ora del giorno, un mix di varietà differenti, essiccate e tostate è ciò che fa per te. E perché non aggiungere un po’ di brio con le spezie?

Il Cioccolover
Come ben sai, il cioccolato è un valido rimedio per tutti i mali. Se anche tu abbracci questa filosofia e non sei disposto a rinunciare alla dolcezza, prova una miscela che unisca il gusto unico del caffè alla golosità del cioccolato.

Il Bilanciato
Per chi invece ama le vie di mezzo, un caffè leggermente tostato con delle note caramellate è ciò che fa per te. Dai la giusta cremosità al tuo break!

Appartieni alla categoria degli eterni Indecisi? Non preoccuparti, al Nespresso Store di CityLife Shopping District potrai trovare e degustare la miscela perfetta.


Home decor: tutti i consigli per una cucina in perfetto stile contemporaneo

Stravaganza, personalità ed innovazione sono le parole chiave per avere un arredamento in perfetto stile contemporaneo. Al centro della scena ci sarà proprio lei: sua maestà la cucina, considerata da sempre uno degli ambienti più familiari delle nostre abitazioni.

Quest’anno praticità e comodità rimarranno tra le caratteristiche principali dell’home decor, aggiungendo un tocco di personalità e raffinatezza. La cucina del 2019 non vuole più essere solo funzionale, ma vuole essere valorizzata ed ammirata in tutti i suoi particolari.

Ma quali sono i “must have” del 2019?

Come prima cosa salutiamo le vecchie e care maniglie, per lasciar spazio alle ante a comparsa, un elemento di design innovativo e finalizzato a nascondere gli elettrodomestici.

Si aprono le porte alle tonalità del blu, che abbinate al legno, al marmo o ai colori caldi, regalano un vero e proprio tocco vintage. Rimane sovrano il verde, con le nuances salvia, foresta, petrolio e veronese che unite al legno di rovere creano uno stile elegante, dai tratti rustici. Uno dei classici intramontabili è il nero, adatto ai fashion addicted in cerca di un ambiente sofisticato e minimal.

Il primo elemento a cui è impossibile rinunciare è l’isola che, oltre a conferire tratti sofisticati tipicamente oltreoceano, è funzionale per la preparazione delle vostre ricette in grande stile.

Un altro must imperdibile è il marmo, un materiale che impreziosisce l’arredamento, rendendo l’ambiente sofisticato ed elegante.

The last, but not the least... la cappa a sospensione! Saranno assolutamente bandite le vecchie forme a camino per lasciare spazio a cappe a sospensione dalle forme stravaganti e futuristiche.

Avete le idee più chiare riguardo alle tendenze da seguire per il vostro arredamento contemporaneo? A CityLife Shopping District troverete tanti negozi legati all’home decor che sapranno darvi diversi spunti creativi.

Wired per CLSD

 


Quale barber trend sceglierai per l’estate 2019?

Sei un amante della barba ma non hai ancora trovato lo stile che più ti rappresenta? Concediti un attimo per te stesso e migliora la tua immagine, affidandoti ai professionisti de Il Barbiere per creare il look ideale. Un team sempre al passo con i nuovi barber trend ti aspetta e non vede l’ora di aiutarti a far emergere il tuo stile. E tu che tipo sei? Dai un’occhiata ai look del momento ed ai classici intramontabili.

Hipster
Per i tipi da “barba lunga” in perfetto stile retrò ecco alcuni consigli: igiene, una buona spazzola, una regolare spuntatura e una serie di prodotti ad hoc per risultare sempre ordinato.

Military Cut
Un taglio corto, semplice e “pulito” è sicuramente quello in perfetto stile marine. Il connubio perfetto tra eleganza e comodità.

Classy
Per ottenere un look naturale e ben curato ma dal fascino magnetico. Si adatta ad ogni occasione: un evergreen intramontabile, tra i barber trend più apprezzati di sempre.

Salvador Dalì
Sei pronto ad osare? Un look eccentrico e stravagante, adatto a tutti coloro che vogliono far risaltare la propria creatvità. ed un pizzico di follia!

Goatee o Pizzetto
Dedicato a chi farebbe a meno della barba ma non rinuncerebbe mai al must-have degli anni ‘90: il pizzetto.

Hai scelto quale barber trend seguire per quest’estate? Ti aspettiamo a CityLife Shopping District per… darci un taglio!

 

Wired per CLSD

 

 


La Pop Art torna a Milano: la mostra di Roy Lichtenstein al Mudec

Le opere di Roy Lichtenstein diedero un contributo decisivo per la nascita della Pop Art americana, che ebbe modo di diffondersi anche grazie all’artista Andy Warhol.

È una corrente che nacque a ridosso del secondo dopoguerra con l’obiettivo di elaborare un linguaggio “popolare” che si rivolgesse a tutti e che centralizzasse oggetti, miti e linguaggi della società dei consumi.

La Pop Art volle rappresentare una rottura netta con le convenzioni artistiche del passato. Gli esordi di Lichtenstein affondarono le radici nelle avanguardie più celebri dei primi anni del ‘900, quali il Cubismo e l’Espressionismo.

Tuttavia, a renderlo celebre, furono le sue produzioni legate al mondo dei fumetti, dei cartoni animati e della pubblicità.

Ciò che rende riconoscibile la sua arte è la padronanza di una componente visiva catalizzante: le immagini sono immediate e dirette, ci permettono di arrivare subito al cuore della loro essenza. Roy Lichtenstein ha influenzato generazioni di creativi e la sua arte è ancora forte nella società contemporanea.

È arrivato il momento di conoscere l’artista da vicino: Gianni Mercurio ha curato la mostra dedicata a Lichtenstein presso il Mudec – Museo delle Culture di Milano. L’esposizione resterà in città dal 1° maggio all’8 settembre 2019 e ti coinvolgerà in un percorso tematico che affronta i generi e le correnti che hanno influenzato il lavoro dell’artista.

Sei pronto a fare un tuffo nella Pop Art?

Wired per CLSD


10 regali must-have per Natale

Natale si sta avvicinando e con lui anche il momento di dover pensare a cosa regalare ai propri amici, parenti e colleghi di lavoro. Si sa che molte persone ancora non hanno proprio pensato a niente, per questo motivo ecco che noi ve ne consigliamo dieci per lui, per lei o per loro.

1- Indubbiamente, il regalo per eccellenza per il proprio fidanzato: che sia un esperto videogiocatore, o un novizio della materia, PlayStation 4 rappresenta un regalo tech davvero unico, in grado di soddisfare il tuo lui al 100%. Questo perché, oltre alla vasta offerta di giochi disponibili, PS4 rappresenta un’evoluta piattaforma multimediale (in grado di fornirvi le migliori app per l’intrattenimento casalingo, come Netflix e Amazon Prime Video) e la possibilità di leggere anche DVD e Blu-Ray. Se poi scegliete il bundle comprendente FIFA 19 più un secondo DualShock, il gioco è fatto, e il successo garantito.

2 - Sì sa che più la scatola è piccina, più il dono è prezioso. Ecco perchè gioielli e bijoux luccicanti rimangono tra le categorie più apprezzate, specialmente nel periodo natalizio. Da regalare alle persone che amiamo di più, dalla mamma all'amica del cuore, oppure, perchè no, anche da regalarsi da sole (o farsi regalare) come gli orecchini a chandelier firmati Stroili.

3 - Un ottimo regalo, per chi magari non fa altro che prendere appuntamenti e o programmare impegni è l'agenda settimanale 12 mesi di Moleskine che fa sempre comodo. Nera, essenziale, con copertina rigida e angoli arrotondati, carta color avorio, calendario delle festività, fusi orari, tasca interna espandibile, segnalibro e apertura a 180°, farà felice anche chi annota tutto sul proprio smartphone.

4 - A proposito di smartphone, negli ultimi anni i dispositivi Huawei sono riusciti ad incrinare il primato di Samsung per quanto riguarda gli smartphone android più venduti e regalati di sempre: anche per Natale, costituiscono una valida alternativa, almeno per chiunque consideri il comparto fotografico potenziato ed EMUI (l'interfaccia utente Huawei) una priorità nella propria vita. Anche in questo caso bisogna innanzitutto ricordare il top di gamma della serie Huawei Mate 20. Lo smartphone monta un display da 6.53 pollici in Full HD+ 18:9, con 4 GB di RAM e 128 Giga di memoria interna. Come sempre dal punto di vista della fotocamera Huawei è praticamente una garanzia, Huawei Mate 20 nel dettaglio propone una fotocamera frontale da 24MP e una tripla fotocamera posteriore da 12 + 16 + 8 megapixel con autofocus.

5 - Se non è un bijou, può essere make up. Da Sephora non c’è che l’imbarazzo della scelta: dal Kit Mask to Party di Sephora Collection contenente una maschera per gli occhi al melograno, un patch al carbone e una maschera labbra al burro di karitè, al nuovo Cofanetto Eau de Parfum Miss Dior contenente l’Eau de Parfum spray da 50 ml e il Latte sublimante per il corpo da 75 ml.

6 - Non dimentichiamoci di chi ama la moda ma ci tiene a rimanere sportivo. Adidas propone la felpa da running creata in partnership con UNDEFEATED, il brand di streetwear nato a LA nel 2002 tra i più hot del momento.

7 - Per chi volesse regalare qualcosa per la casa, Nespresso ha pensato ad Inissia XN1005, una macchina per caffè davvero interessante. Il prezzo a cui è proposta questa macchina a capsule è molto buono, ed è possibile scegliere anche tra tre settaggi di erogazione: espresso, lungo o programmato a nostro piacere. Il design è accattivante, si accende e scalda molto in fretta e grazie al fatto che opera a capsule è anche facile da mantenere e pulire.

8 - Restando nell’ambito dei regali per la casa vi suggeriamo V 10, che rappresenta la punta di diamante delle scope elettriche Dyson e l’azienda crede così tanto in questo prodotto che ha annunciato l’interruzione dello sviluppo di aspirapolvere a traino tradizionale. A onor del vero, il V10è a tutti gli effetti in grado di sostituire un normale aspirapolvere, grazie al motore digitale, piccolissimo ma potente. Il tutto unito a un’estrema maneggevolezza che consente di pulire un’intera casa in pochissimi minuti e in maniera agevole.

9 - Sicuramente tra le persone che più amate e a cui volete far un regalo c’è l’amica green, il collega healthy, o l’amante vegano. Ebbene, abbiamo trovato un regalo anche per loro. Il regalo perfetto potrebbe essere la linea Rabarbaro de L’Erbolario, una pianta originaria dell’Asia ma diffusa da tempo anche nelle regioni temperate dell’Europa e che è facile incontrare negli orti.  Dall’odore fresco ed erbaceo, ha un gusto dolcemente aspro. Un ossimoro di sensazioni, pungente e dolceamaro come l’aria che si respira passeggiando, all’alba, in un orto rigoglioso di piante ed erbe e che dispiega le sue virtù cosmetiche nelle creme e nei profumi della linea Rabarbaro.

10 - Da tempo gli occhiali da sole sono un regalo perfetto per chi non esce di casa mai senza o per chi vuole nascondere i primi segni del tempo. Arrivano giusto in tempo insieme alla loro attitude vintage e nella silhouette a gatto, in versione grey, yellow, beige o tartaruga i nuovi occhiali da sole cat-eye Nina by Ray-Ban.

 

Urban Magazine