L'ultima frontiera del nido si chiama BabyLife: è in legno e sostenibile! | CityLife Shopping District

Green&Culture

L’ultima frontiera del nido si chiama BabyLife: è in legno e sostenibile!

5 settembre 2018

Inaugurato lo scorso 8 giugno all’interno del parco pubblico di CityLife, l’asilo sostenibile ha ufficialmente aperto oggi 5 settembre per accogliere i bambini in occasione della nuova stagione scolastica. La struttura denominata BabyLife ha aperto le porte a 72 bambini da 0 a 36 mesi ed è il primo asilo nido del Comune di Milano completamente in legno, con l’obiettivo di ottenere la certificazione “LEED Platinum”.

Progettato dallo studio O2ARCH, BabyLife riprende i tre elementi che caratterizzano la zona: il bianco dei palazzi di Zaha Hadid, il vetro dei grattacieli firmati da Arata Isozaki e Daniel Libeskind e il legno della natura che lo circonda. Il progetto ruota intorno a un patio, una forma di vetro morbida che contiene diverse piante, da qui si sviluppa attraverso la scomposizione della superficie di mille metri quadrati in una serie di casette a misura di bambino, che ospitano le sezioni e i laboratori, tutte con un affaccio verso l’esterno, dove a disposizione dei piccoli c’è un giardino attrezzato di circa tremila metri quadrati.

Il progetto di BabyLife è il risultato di un concorso per giovani architetti under 35, indetto nel 2014 dalla stessa CityLife in coordinamento con il Comune di Milano, per la realizzazione di un asilo che fosse in linea con le politiche di basso impatto ambientale del Comune di Milano. Disegnato nel rispetto delle regole del protocollo LEED, il progetto dello studio O2ARCH punta a raggiungere una certificazione Platino grazie al risparmio energetico ottenuto per l’utilizzo di tecnologie solari, il contenimento dei consumi dovuto al recupero delle acque meteoriche e di scarico, la coibentazione, un’illuminazione e climatizzazione naturale e controllo della provenienza dei materiali.

Luce, finiture e materiali giocano un ruolo centrale anche nella pedagogia dei bambini: la polisensorialità dell’ambiente faciliterà infatti la loro esperienza cognitiva.

Un asilo che punta a un futuro green educando i bambini sin dalla tenera età.

CONDIVIDI

© Generali Real Estate 2015 – P.IVA 04128500966
Privacy – Cookie